Il n° 73-76 di Catarsi-Teatri delle Diversità

Dopo un approfondito lavoro che ha richiesto diversi mesi di impegno redazionale, ecco l’uscita di Catarsi-Teatri delle Diversità 73-76, un numero speciale di 160 pagine che rilancia la pubblicazione con alcune importanti novità.

È stato varato il sito www.edizioninuovecatarsi.org grazie al quale sarà possibile abbonarsi alla pubblicazione in formato cartaceo o online, richiedere con grande facilità la Rivista (sono consultabili tutti gli indici dei numeri arretrati dal 1996 ad oggi) e tutte le produzioni editoriali correlate.

Di rilievo è anche la notizia che il Magazine CERCARE, carcere anagramma di, finora edito come supplemento di TdD, diventa testata autonoma interamente dedicata al teatro in carcere e alle potenzialità formative delle attività educative ed artistico-espressive nei penitenziari.

Si arricchisce ulteriormente con questo numero la collocazione internazionale del nostro lavoro. La Rivista, già partecipante ai lavori dello IATJ (International Archive of Theatre Journals), apre la collana “Theatre and University” in collaborazione con l’International University Theatre Association (AITU-IUTA) e partecipa ai lavori del “Theatre for Social Change Network” dell’International Theatre Institute (ITI-UNESCO).

Emblematiche sono le testimonianze, raccolte per questo numero, di Jennifer Valiente direttrice del Taller de Experimentación Teatral ed esponente di una nuova generazione di artisti a El Salvador, di Fra’ Stefano Luca autore di un progetto di formazione per operatori sociali con finalità di riabilitazione e reinserimento sociale a favore di quei bambini formalmente associati alla lotta armata nella Repubblica Democratica del Congo, di Kassim Bayatly che a Mosul, nonostante i tumulti dei recenti eventi nel Kurdistan dell’Iraq, continua ad insegnare teatro nell’angusto spazio di un container grazie alla perseveranza di un gruppo di studenti.

Impossibile render conto in questo sintetico editoriale dei numerosi significativi articoli che mi auguro potrete leggere con interesse. Vorrei però esprimere un caloroso saluto di benvenuto nella nostra redazione a Danilo Ferrari e segnalare la preziosa testimonianza della danzatrice Piera Principe raccolta da Nicola Arrigoni (vedi articoli alle pagine 65 e 76): continua il lavoro di documentazione, studio e ricerca sul teatro sociale e di comunità, d’interazione sociale o in campo educativo inclusivo, attraverso la valorizzazione delle diversità che il teatro sa e può esaltare.

Per acquistare o abbonarsi alla rivista vai sul sito www.edizioninuovecatarsi.org

Attività Istituzionali
Stage Spettacoli Incontri
Ricerca per Tag
Seguici anche su
  • Facebook Basic Black
  • Twitter Basic Black

© 2017 Associazione Culturale Cittadina Universitaria Teatro Aenigma

Sede legale: Via G. De Carlo 5, Urbino (PU), Italia

CF 91006880412, P.Iva 01260260417

L'Associazione Teatro Aenigma è un ente no profit.

Sostienila con una donazione o con il tuo 5 per mille

Leggi come fare